Tag Archives: first conditional

Guinness QR Code Glass

23 May

Guinness QR code Cup

Hats off to Guinness! In realtà i motivi per togliersi il cappello davanti a sua maestà Guinness sono svariati… Qualche esempio: il colore ambrato intenso. Quel bel tappo di schiuma color crema nel quale gli spillatori più abili riescono ad incidere la forma di un quadrifoglio. Quel gusto fresco e amarognolo, senza note di bacche o altri fronzoli da femminucce. Quella tempesta che si scatena nella pinta sotto i tuoi occhi impazienti di mandarla giù.

Adesso gli appassionati di social media avranno un motivo in più per ammirare la Guinness, dopo la trovata geniale di stampare un QR code bianco sulla pinta, visibile solo a contrasto con l’inconfondibile Irish stout! It’s always time for… sharing! Cheers!

In order to become more relevant and get talked about in bars, Guinness created QR code glasses spackled with white squares and distributed them in bars all around the world. Just fill the glass with Guinness and it’ll reveal a QR code. The clever thing is that if you fill the glass up with a lager from one of their competitors the QR Code won’t scan because the beer isn’t dark enough to activate it! Same story for an empty glass: when the pint glass is empty, the QR code is unreadable.

As soon as you scan the code with your smart phone, it’ll tweet about your pint, update your facebook status and check you in via 4square. You can also use it to download coupons and promotions and invite your friends to join you.

What are you waiting for? Get a Guinness and turn your pint into a dynamic social media experience!

  Zero/First Conditional

Così come accade in italiano, il periodo ipotetico – conditional – si usa in inglese per esprimere la possibilità che una condizione si verifichi. I periodi ipotetici sono sempre formati da due parti: una introdotta da if / when / as soon as che indica la condizione e l’altra che esprime la conseguenza. Tuttavia, diversamente dall’italiano, in inglese abbiamo quattro periodi ipotetici: Zero, First, Second e Third Conditional. Oggi diamo un’occhiata ai primi due.

Lo Zero Conditional in realtà è un “finto” periodo ipotetico, nel senso che esprime un evento reale più che una possibilità. Si usa, quindi, per parlare di situazioni universali o di condizioni abituali. In quanto tale, si costruisce usando il tempo della certazza, il Present Simple:

When the pint glass is empty, the QR code is unreadable.

If you freeze water, it becomes ice.

 

Il First Conditional esprime invece una possibilità reale che qualcosa accada, ovvero il livello di probabilità è estremamente alto. Si costruisce usando il Present Simple dopo if /when / as soon as e il Future Simple nella parte della frase che indica la coseguenza, il risultato dell’ipotesi:

As soon as you scan the code, it’ll tweet about your pint.

If you fill the glass up with a lager from one of their competitors, the QR Code won’t scan.

 
Sembra facile, ma è uno degli errori più comuni per noi italiani, dato che spesso usiamo il futuro anche nella parte introdotta da if /when / as soon as. If you think in Italian, you’ll make a lot of mistakes!